Chi siamo |  Lavora con noi |  Ricerca e Formazione |  Arte e Beni culturali |  Media Relation
Blog Fondazione   Canale youtube twitter
Loading

Centro di riferimento per l’ecografia gastroenterologica
Dipartimento Medicina Interna / Gastroenterologia ed Endoscopia

Responsabile Sede Staff
Mirella_Fraquelli.jpg

MIRELLA FRAQUELLI
mirella.fraquelli@policlinico.mi.it

BioCV

  • via della Commenda, 12
    Clinica Mangiagalli, scala C, 3° piano
  • 02.5503.3369
  • Sara Massironi

Attività
Il Centro per l’ecografia gastroenterologica del Policlinico di Milano si avvale di strumentazione all’avanguardia per la diagnosi delle malattie infiammatorie intestinali sia acute come l’appendicite o la diverticolite, sia croniche come il morbo di Crohn e la colite ulcerosa; delle patologie legate a intolleranze alimentari come la malattia Celiaca e di alterazioni intestinali specifiche come la sindrome dell’intestino irritabile.

Le prestazioni sono rivolte a persone di tutte le età, dall’adulto al bambino. L’elevata specializzazione della équipe permette di eseguire ecografie addominali anche a bambini molto piccoli, sotto i 2 anni di età. I medici hanno particolare attenzione per i pazienti pediatrici che devono affrontare esami ecografici e trasformano in gioco quello che appare sul monitor. I bimbi incuriositi possono vedere quello che c’è nel loro pancino.

Per i pazienti, sia adulti che bambini, colpiti da dolori addominali, diarrea, stipsi e diverticolosi, è attivo un percorso specifico di diagnosi e cura, messo a punto assieme ai medici della Gastroenterologia, della Medicina Interna e della Pediatria per offrire un approccio multidisciplinare adeguato.

L’ecografia delle anse intestinali, il Fibroscan® e le tecniche elastografiche conferiscono al Centro un’alta specializzazione per la caratterizzazione delle manifestazioni gastrointestinali ed epatiche della fibrosi cistica; in particolare, questi esami diagnostici permettono di valutare la gravità della malattia, in stretta collaborazione con lo staff di Fibrosi Cistica. L’ecografia delle anse permette di vedere lo stato infiammatorio delle pareti dell’intestino e le eventuali alterazioni delle strutture adiacenti completando l’indagine endoscopica, mentre il Fibroscan® e, più in generale, le tecniche elastografiche forniscono informazioni sulla elasticità della parte di un organo.

Infine, attraverso l’ecografia con mezzo di contrasto è possibile indagare sulle lesioni che colpiscono il fegato, in particolare nei pazienti con epatopatie croniche e cirrosi, per eseguire una diagnosi precoce del carcinoma epatocellulare, la forma più comune di tumore del fegato.

Non va poi dimenticata la competenza dei gastroenterologi nel seguire pazienti oncologici o che hanno subito un trapianto. Assieme allo staff della Gastroenterologia ed Epatologia, del Centro Trapianti Fegato, di Oncologia e della Nefrologia il Centro è in grado di fornire una valutazione completa sulla diagnosi delle complicanze per intervenire direttamente su un dato problema.

La lunga esperienza clinica, la costante attività di ricerca, la partecipazione ai più importanti Congressi nel settore e a numerosi progetti nazionali e internazionali, garantiscono un elevato standard diagnostico da parte dei Medici del Centro.

Servizi offerti
  • Ecografia dell’addome completo per anse intestinali
  • Ecografia dell’addome completo (superiore + inferiore)
  • Ecografia dell’addome superiore
  • Ecografia epatica con mezzo di contrasto
  • Ecocolordoppler epatico (del fegato)
  • Elastografia transiente epatica (Fibroscan®)
  • Ecografia interventistica
  • Ecografia con tecniche elastrografiche

Attività di ricerca
  • L’equipe svolge attività di ricerca in differenti ambiti, a livello nazionale e internazionale, tramite collaborazioni con altri enti ospedalieri e università.
  • I principali campi di interesse attuale sono:
  • Il ruolo dell’ecografia delle anse intestinali nella diagnosi e follow-up di pazienti adulti e pediatrici con malattia infiammatoria cronica intestinale (IBD) e altre patologie intestinali acute e croniche (diverticolite, appendicite, fibrosi cistica) e malattie più rare come la malattia di Whipple e la gastroenterite eosinofila;
  • Il ruolo dell’ecografia e delle tecniche elastografiche nella predizione della severità del danno epatico e nella caratterizzazione delle lesioni focali epatiche nei pazienti con epatopatia cronica a varia eziologia.

  • Ecografia, Fibroscan® e Tecniche elastografiche
  • 02 5503.3326
  • Lun – Ven: 8.30 - 12.30
  • Clinica Mangiagalli, 3° piano, scala C (MAPPA)