Chi siamo |  Lavora con noi |  Ricerca e Formazione |  Arte e Beni culturali |  Media Relation
Blog Fondazione   Canale youtube
Loading

Gastroenterologia ed Epatologia
Dipartimento Medicina Interna

Direttore Staff Unità Operative/centri di riferimento
Pietro_Lampertico.jpg

PIETRO LAMPERTICO (F.F.)

BioCV

Segreteria Reparto
  • Clinica Mangiagalli, 3° piano, scala C - via della Commenda, 12
  • 02 5503.5432
  • 02 5032.0410
  • Clinica Mangiagalli (MAPPA)
  • 02 5503.3681
  • 02 5503.3747
  • Coordinatore infermieristico: Cinzia Carugati

Attività
La Gastroenterologia ed Epatologia del Policlinico di Milano è specializzata nell’attività assistenziale gastroenterologica a indirizzo epatologico e si occupa della diagnosi e cura di tutte le patologie che colpiscono il fegato che siano di origine virale come le epatiti, metabolica, autoimmune o biliare.

Particolare attenzione è data ai pazienti con tumore epatico o trapiantati per i quali sono attivi percorsi specifici di trattamento.

Negli ultimi anni l’unità operativa ha maturato un’alta competenza nel gestire pazienti con steatosi epatica (NAFLD - Non alcoholic fatty liver disease; NASH - Non alcoholic steatohepatitis), alcolismo e ipertensione portale, grazie all’approccio multidisciplinare con gli specialisti del Policlinico e l’intensa attività di ricerca.

L’équipe si avvale di strumentazione all’avanguardia per effettuare diagnosi precoci e valutare la stadiazione della lesione epatica, in stretta collaborazione con il Centro per l’ecografia gastroenterologica che è altamente specializzato nell’utilizzo di tecniche ecografiche ed elastografiche come il Fibroscan®.

Infine, l’Unità Operativa partecipa alla stesura delle Linee Guida sul trattamento dell’epatite B.

>> Epatite C
L’infezione da virus dell’epatite C (HCV) rappresenta uno dei più importanti fattori di rischio per lo sviluppo di cirrosi e delle sue complicanze come carcinoma epatocellulare, ascite, encefalopatia porto-sistemica ed emorragia digestiva. L’alta formazione dell’équipe di Epatologia consente di offrire ai pazienti un trattamento antivirale che negli ultimi anni ha registrato tassi di guarigione elevati.

Tutto questo è possibile grazie alla forte multidisciplinarietà e alle diverse competenze presenti in Policlinico con cui il team di medici epatologi collabora, come il Centro Bianchi Bonomi per l’emofilia e la trombosi e il Centro per le sindromi talassemiche-emoglobinopatiche e delle altre anemie emolitiche congenite non emoglobinopatiche.

>> Epatite B
Negli ultimi anni l’infezione da virus dell’epatite B (HBV) si è ridotta grazie all’introduzione del vaccino anti-HBV. I pazienti dell’Epatologia del Policlinico sono adulti non vaccinati, portatori del virus e bambini nati da madri infette. L’équipe ha sviluppato percorsi di diagnosi e cura specifici per le differenti situazioni ed è in grado di offrire sia il trattamento antivirale sia il monitoraggio continuo effettuando ogni 6-12 mesi opportuni esami epatici con ricerca di marcatori virologici, ecografia e Fibroscan®. L’obiettivo principale della terapia è bloccare la replicazione del virus per ridurre il processo di infiammazione e necrosi, prevenendo l’evoluzione in cirrosi e l’insorgenza di epatocarcinoma.

>> Epatite Delta
Il virus dell’epatite D (HDV) è detto difettivo poiché richiede la contemporanea presenza del virus B per potersi riprodurre e causare infezione. La diagnosi avviene attraverso la ricerca di marcatori specifici e opportuni esami ecografici. I pazienti, in particolare, vengono seguiti con monitoraggio biochimico, virologico ed ecografico a cadenza semestrale, per individuare in fase precoce le possibili complicanze tipiche delle epatiti virali come il carcinoma epatocellulare (HCC) e lo scompenso epatico.

>> Lesioni focali
La Gastroenterologia ed Epatologia del Policlinico è altamente specializzata nella diagnosi precoce e follow-up di pazienti con lesioni focali epatiche. L’approccio multidisciplinare permette all’équipe di sviluppare un trattamento adeguato in base al tipo di nodulo riscontrato e alla sua stadiazione, in collaborazione con l’Oncologia Medica, la Chirurgia Epato-bilio-pancreatica, la Radiologia, la Medicina Nucleare e il Coordinamento Trapianti dell’Ospedale.

>> Trapianti
Il fegato è un organo peculiare poiché al contrario degli altri organi ha la capacità di rigenerarsi. Trapiantare una parte di fegato da un soggetto sano a uno malato risulta una tecnica utilissima in pediatria e nell’ambiente familiare.
L’Epatologia del Policlinico può essere considerata pioniera di questa pratica grazie alla guida decennale del Professor Massimo Colombo, che continua ora con il suo team a garantire elevati standard di cura contribuendo a ridurre non solo le liste di attesa, ma permettendo di trattare anche pazienti che non possiedono i requisiti per un trapianto (età, stato di salute, aspettativa di vita…).

Dopo il trapianto sono attivi percorsi specifici che attraverso visite specialistiche ed esami del sangue e diagnostici, hanno i seguenti obiettivi:
- valutare lo stato di salute del paziente
- controllare l’effetto della terapia anti-rigetto;
- individuare la comparsa di complicanze.

L’équipe ha un ruolo attivo nella gestione dei pazienti in valutazione trapianto, in particolare nei casi urgenti come epatiti fulminanti, insufficienze epatiche acute su patologia cronica, emorragie digestive in paziente cirrotico, applicando in alcuni casi il modello Hub & Spoke che prevede un trasferimento da centri periferici entro 12 ore dalla richiesta e trattamento del caso assieme agli specialisti del Centro Trapianti di Fegato, la Rianimazione e la Radiologia Interventistica del Policlinico.

>> Attività di ricovero
In collaborazione con l’Unità Operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia è offerta una attività di ricovero ordinario e di Day Hospital per effettuare ad esempio biopsie epatiche ed interventi terapeutici come trattamento dei tumori del fegato, paracentesi, trasfusioni e legatura endoscopica delle varici esofagee.

Patologie trattate
  • patologie epatiche virali
  • patologie epatiche metaboliche
  • patologie epatiche autoimmuni
  • patologie epatiche biliari
  • trapianti di fegato
  • ipertensione portale
  • tumori del fegato
  • paracentesi
  • trasfusioni e legatura endoscopica delle varici esofagee

Attività accademica e di ricerca
L’Unità Operativa coordina e partecipa a numerosi studi clinici internazionali di fase II e III sul trattamento farmacologico dell’epatite virale B e C, dell’epatocarcinoma, della steatoepatite e della ricorrenza dell’epatite virale dopo trapianto di fegato. È dotata di laboratori di ricerca virologica, immunologica e istopatologica.
Da anni sono attivi studi clinici in GCP (good clinical practice) per il trattamento dei pazienti con infezione da HCV e HBV e studi spontanei e cooperativi nazionali e internazionali su nuovi approcci terapeutici, biomarcatori, definizione di predittori di HCC, safety renale sia glomerulare che tubulare e safety ossea in pazienti in trattamento con NUC.
L’attività di ricerca negli ha portato alla pubblicazione di numerosi articoli su riviste a elevato Impact Factor, tra cui la stesura delle più recenti raccomandazioni internazionali per il trattamento dell’epatite cronica da HCV, HBV.
Infine, vengono organizzati degli incontri mensili denominati “Liver Club” per la formazione medico specialistica.

Associazioni di volontariato Info di accoglienza
Altri servizi:

>> Prenota SSN (Numero Regionale)   >> Prenota Libera Professione
  • Per le seguenti prestazioni specialistiche la prenotazione è diretta
  • Epatologia
  • Ambulatori:
    - epatiti virali, metaboliche, autoimmuni e biliari
    - tumori del fegato
    - trapianto di fegato
    - ipertensione portale
  • Ecografia dell’addome e Fibroscan®
  • 02 5503.5413 - 6190
  • 10.00 - 16.00
  • padiglione Granelli, piano terra, Centro Migliavacca (MAPPA)
  • Ecografia
  • 02 5503.3326
  • Lun – Ven: 8.30 - 12.30
  • Clinica Mangiagalli, 3° piano, scala C (MAPPA)