Chi siamo |  Lavora con noi |  Ricerca e Formazione |  Arte e Beni culturali |  Media Relation
Blog Fondazione   Canale youtube
Loading

Procedure Radiodiagnostiche in Età Pediatrica

Prep



>> Razionale e obiettivi formativi

Negli ultimi anni la letteratura internazionale ha evidenziato un aumento non giustificato dell’impiego di tecniche radiodiagnostiche che espongono il paziente a dosi elevate di radiazioni ionizzanti. Il fenomeno riguarda sia la popolazione adulta sia quella pediatrica, oggetto di comportamenti prescrittivi inappropriati nel 40% dei casi. Le ragioni sono molteplici, non ultima la mancanza di linee guida nazionali aggiornate per la fascia di età compresa tra 0 e 18 anni, a maggior rischio rispetto all’età adulta in quanto caratterizzata da un’elevata sensibilità dei tessuti e da una lunga aspettativa di vita.
Questa offerta formativa, completamente gratuita, ha l’obiettivo di migliorare le conoscenze sull’impiego giustificato delle procedure radiodiagnostiche nell’età evolutiva. Si rivolge ai radiologi, agli odontoiatri, a tutti i medici che prescrivono per il paziente tra 0 e 18 anni d’età e agli studenti in formazione, futuri prescrittori. I corsi sono stati variamente strutturati a seconda del profilo del discente per offrire ai singoli professionisti contenuti adeguati alle specifiche competenze.

  • La prima parte del percorso formativo, dedicata a tutti i discenti, affronta i temi generali della radioprotezione, focalizzandosi sui fattori di rischio e sulle strategie di ottimizzazione della diagnostica per immagini.
  • Una sessione specificamente rivolta agli odontoiatri e al completamento delle competenze in campo odontoiatrico dei radiologi riguarda l’impiego giustificato e l’ottimizzazione delle procedure radiodiagnostiche nella diagnosi di patologie stomatologiche comuni nell’età evolutiva.
  • La parte più ampia del percorso, dedicata in particolare ai pediatri, ai neonatologi, ai medici di medicina generale e ai radiologi, descrive i percorsi di appropriatezza radiodiagnostica in clinica pediatrica. Questa sessione prende in esame quattro ambiti clinici - neurologia, infettivologia, ortopedia e nefrourologia - e si concentra su patologie che, oltre a essere di frequente riscontro nell’ambulatorio medico, sono caratterizzate da un approccio radiodiagnostico particolarmente complesso.


>> Destinatari

  • Pediatri, neonatologi, medici di medicina generale, radiologi e odontoiatri
  • Studenti universitari prelaurea, studenti delle Scuole di Specializzazione e delle Scuole di Formazione Specifica in Medicina Generale


>> Il percorso formativo

Corso per Pediatri, Neonatologi e Medici di Medicina Generale (codice 104038)
Impegno complessivo (lettura e approfondimento) 16 ore per 24 crediti ECM

  • Radioprotezione in pediatria: procedure diagnostiche e rischio associato
  • Percorsi di appropriatezza radiodiagnostica in neurologia, infettivologia, ortopedia e nefrourologia pediatriche

Corso per Odontoiatri (codice 104036)
Impegno complessivo (lettura e approfondimento) 5 ore per 7,5 crediti ECM

  • Radioprotezione in pediatria: procedure diagnostiche e rischio associato
  • Ottimizzazione delle procedure radiodiagnostiche in odontoiatria pediatrica

Corso per Radiologi (codice 104037)
Impegno complessivo (lettura e approfondimento) 19 ore per 28,5 crediti ECM

  • Radioprotezione in pediatria: procedure diagnostiche e rischio associato
  • Ottimizzazione delle procedure radiodiagnostiche in odontoiatria pediatrica
  • Percorsi di appropriatezza radiodiagnostica in neurologia, infettivologia, ortopedia e nefrourologia pediatriche


>> Quota individuale di partecipazione

Il corso è gratuito. L’attribuzione dei crediti ECM è riservata agli operatori della Regione Lombardia. I discenti fuori Regione riceveranno un attestato.
Gli operatori sanitari e gli studenti della Regione Lombardia che avranno superato il corso riceveranno in omaggio il Manuale per l’ottimizzazione delle procedure radiodiagnostiche in età pediatrica.


>> Accreditamento

L’assegnazione dei crediti ECM è è subordinata alla compilazione del questionario di apprendimento (almeno l’80% di risposte corrette) e della scheda di valutazione del corso.


>> Responsabile scientifico

Fabio Triulzi
Medico Radiologo
Direttore UOC Neuroradiologia
Fondazione IRCCS Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano


>> Autori dei corsi

Daniela Corbella
Medico Chirurgo, Specialista in Pediatria
ATS Milano Città Metropolitana

Giacomo Mario Grasso
Medico Chirurgo, Specialista in Odontostomatologia e Ortognatodonzia
Università degli Studi di Milano
Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria Ospedale San Paolo-Polo Universitario,
ASST Santi Paolo e Carlo, Milano

Andrea Pola
Professore Associato di Misure e Strumentazione Nucleari,
Dottore di Ricerca in Scienza e Tecnologia delle Radiazioni Gruppo Misure e Rilevamento Radiazioni,
Dipartimento di Energia, Politecnico di Milano

Laura Strohmenger
Professore Ordinario Odontoiatria e Protesi dentaria Università degli Studi di Milano.
Coordinatrice Centro di Epidemiologia Orale e Odontoiatria di Comunità OMS
Direttore Unità Complessa di Odontostomatolologia e Prevenzione Orale,
Ospedale San Paolo-Polo Universitario, ASST Santi Paolo e Carlo, Milano


>> Durata dei corsi

Ogni corso sarà attivo dal 16 marzo 2016 al 15 marzo 2017


>> Accesso ai corsi


>> Servizi

  • Self study e questionari di apprendimento con accesso illimitato
  • Possibilità di generare file pdf di tutti i contenuti testuali
Sarà possibile inviare domande ai tutor direttamente dalla piattaforma e ricevere una risposta via email entro 72 ore.


>> Prerequisiti di sistema

  • Schermo con risoluzione minima 1024x768 pixel
  • Internet Explorer 8.0 o successivi, Firefox 1.6 o successivi, Safari 2.0 o Chrome, Acrobat Reader e/o Flash Player 11.2 o successivi


>> Indice dei contenuti

  1. Radioprotezione in pediatria: procedure diagnostiche e rischio associato
    • Meccanismi del danno biologico e quantificazione dell’effetto
    • Effetti deterministici e stocastici
    • Valutazione e quantificazione del rischio
    • Esami radiodiagnostici e rischio aggiuntivo
    • Principi di giustificazione e di ottimizzazione
    • Metodi per la stima della dose
    • Consapevolezza del rischio
    • Strategie di ottimizzazione
    • Relazione con il paziente

  2. Ottimizzazione delle procedure radiodiagnostiche in odontoiatria pediatrica
    • Tecniche radiodiagnostiche: dosi efficaci e modalità di acquisizione
    • Radiografie periapicali, bitewing e occlusali: indicazioni e ottimizzazione
    • Ortopantomografia: indicazioni e ottimizzazione
    • Teleradiografia del cranio (latero-laterale e postero-anteriore): indicazioni e ottimizzazione
    • Tecniche tomografiche (TC e CBCT): indicazioni e ottimizzazione
    • Patologie stomatologiche: indicazioni al percorso radiodiagnostico
      • Patologia cariosa
      • Trauma dentoalveolare
      • Trauma dentofacciale
      • Patologia parodontale
      • Articolazione temporomandibolare
      • Malocclusioni
      • Scialolitiasi

  3. Percorsi di appropriatezza radiodiagnostica in neurologia pediatrica
    Crisi epilettiche
    • Definizione e classificazione
    • Indicazioni al percorso radiodiagnostico
      • Crisi epilettiche neonatali
      • Crisi epilettiche febbrili
      • Crisi epilettiche post-traumatiche
      • Crisi epilettiche focali
      • Prima crisi epilettica generalizzata (esame neurologico normale)
      • Prima crisi epilettica generalizzata (esame neurologico patologico)
      • Crisi refrattarie o non trattabili
    • Punti chiave
    Cefalea
    • Definizione e classificazione
    • Indicazioni al percorso radiodiagnostico
      • Cefalea primaria
      • Cefalea secondaria
      • Cefalea acuta severa
    • Punti chiave

  4. Percorsi di appropriatezza radiodiagnostica in infettivologia pediatrica
    Febbre senza causa apparente o di origine sconosciuta (0-36 mesi)
    • Inquadramento clinico
    • Indicazioni al percorso radiodiagnostico
      • Paziente di 1-36 mesi, senza segni o sintomi respiratori
      • Paziente di 1-36 mesi, con segni o sintomi respiratori oppure con febbre ≥ 390C e
      • conta dei globuli bianchi ≥ 20.000/mm3
      • Neonato con o senza segni respiratori
      • Paziente di 0-36 mesi con febbre di origine sconosciuta (FUO)
      • Paziente con febbre e neutropenia
    • Punti chiave
    Rinosinusite batterica
    • Inquadramento clinico
    • Indicazioni al percorso radiodiagnostico
      • Paziente pediatrico con rinosinusite batterica acuta non complicata
      • Paziente pediatrico con rinosinusite batterica che non risponde al trattamento o con rinosinusite cronica
      • Paziente pediatrico con rinosinusite batterica complicata
    • Punti chiave

  5. Percorsi di appropriatezza radiodiagnostica in ortopedia pediatrica
    Zoppia (0-5 anni)
    • Inquadramento clinico
    • Indicazioni al percorso radiodiagnostico
      • Trauma con patologia non localizzata e nessun sospetto di infezione
      • Assenza di trauma con patologia localizzata all’esame clinico e nessun sospetto di infezione
      • Zoppia con sospetto di infezione (artrite settica)
    • Punti chiave
    Displasia evolutiva dell’anca
    • Inquadramento clinico
    • Indicazioni al percorso radiodiagnostico
      • Sospetto clinico di DEA nel bambino < 4 mesi
      • Sospetto clinico di DEA nel bambino ≥ 4 mesi
    • Punti chiave
    Maltrattamento fisico
    • Inquadramento clinico
    • Indicazioni al percorso radiodiagnostico
      • Bambino di età ≤ 24 mesi, senza segni o sintomi neurologici focali
      • Bambino di età ≤ 24 mesi, con trauma cranico, senza segni o sintomi neurologici focali e nessuna evidenza di lesione viscerale
      • Bambino di età ≤ 24 mesi, con crisi epilettiche o con segni e sintomi neurologici, con o senza reperti fisici
      • Bambino di età > 24 mesi, con crisi epilettiche o con segni e sintomi neurologici, con o senza reperti fisici
      • Bambino di età ≤ 24 mesi, con lesioni toraciche e/o addominali e pelviche e discordanza con la storia Bambino di età > 24 mesi, con lesioni toraciche e/o addominali e pelviche e discordanza con la storia
    • Punti chiave

  6. Percorsi di appropriatezza radiodiagnostica in nefrourologia pediatrica
    Infezioni febbrili delle vie urinarie
    • Inquadramento clinico
    • Indicazioni al percorso radiodiagnostico
      • Lattante < 2 mesi con infezione febbrile delle vie urinarie
      • Paziente di età 2 mesi-3 anni con infezione febbrile delle vie urinarie che risponde al trattamento antibiotico
      • Paziente di età > 3 anni con infezione febbrile delle vie urinarie che risponde al trattamento antibiotico
      • Paziente con infezione delle vie urinarie atipica o ricorrente
    • Punti chiave
    Ematuria
    • Inquadramento clinico
    • Indicazioni al percorso radiodiagnostico
      • Ematuria isolata macroscopica e microscopica
      • Ematuria non traumatica con sintomatologia algica
      • Ematuria traumatica macroscopica
      • Ematuria traumatica microscopica
    • Punti chiave


Questo percorso formativo è stato realizzato nell’ambito del progetto di ricerca indipendente PREP-Procedure Radiodiagnostiche in Età Pediatrica. Studio di percorsi diagnostici e di modelli organizzativi per l’ottimizzazione dell’utilizzo della TC e la limitazione delle esposizioni ingiustificate alle radiazioni (finanziamento da Regione Lombardia Fase 1 2011-2013, DGS 22/12/2010 N.13465; Fase 2 2015-2017 DGS 16/07/2014 N. 6848)
Prep Prep